La storia di Corrie Ten Boom

The Hiding Place è la biografia della vita di Corrie Ten Boom pubblicato nel 1971.

E’ una storia di misericordia e di compassione. La famiglia Ten Boom ha un negozio di orologi nei Paesi Bassi, e quando i nazisti invadono il paese nel 1940 molti ebrei sono in pericolo di vita. La famiglia Ten Boom ha fatto di tutto per nascondere e proteggere, anche all’interno della propria dimora, diverse famiglie di ebrei. Eventualmente le loro operazioni furono scoperte e la famiglia Ten Boom fù prima portata nella prigiona olandese di Scheveningen dove Corrie riuscì a conquistare l’amicizia di un ufficiale nazista, poi furono trasferiti al campo di concentramento olandese di Vught e infine al campo tedesco di Ravensbrück. Nonostante le condizioni infernali con i lavori forzati, Corrie e Betsie mantennero uno spirito forte e cercarono di inculcare speranza tra i prigionieri del campo basata sulla loro fede in Gesù Cristo. Soprattutto la sorella di Corrie, Betsie, dimostrava un amore universale verso tutti, anche verso i soldati nazisti. Invece di portare odio o rabbia nei loro confronti, Betsie sentì compassione di loro, ritenendo che fossero stati accecati dall’odio. Nel 1944 Corrie viene rilasciata, e dedica il resto della sua vita a raccontare che l’amore cristiano è più forte di qualsiasi odio che l’umanità possa albergare.

Nel 1975 è uscito un film basato sul libro e con lo stesso titolo The Hiding Place, diretto da James F. Collier.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *